Parrocchia di SS. Salvatore e S. Maria

Parrocchia

SS. Salvatore e S. Maria

Parola di Vita in PPS

Parola di Vita

Ogni mese in formato PPS

Centro Polivalente San Calogero

Centro San Calogero

Museo Siciliano delle Tradizioni Religiose

Questo sito è stato realizzato per i devoti di San Calogero e per chi vuole conoscere la storia di questo santo. La speranza è che costoro, in un momento particolare della loro vita, girovagando per la "rete", per caso (o per volontà di Dio) s'imbattano in questo sito e, leggendo qualche Preghiera e meditando la Parola di Vita sentano riaccendere nei loro cuori la fiammella dell'AMORE.

“La cultura digitale pone nuove sfide alla nostra capacità di parlare e di ascoltare un linguaggio simbolico che parli della trascendenza”.

“Gesù stesso nell'annuncio del Regno ha saputo utilizzare elementi della cultura e dell'ambiente del suo tempo: il gregge, i campi, il banchetto, i semi e così via”.

"Oggi siamo chiamati a scoprire, anche nella cultura digitale, simboli e metafore significative per le persone, che possano essere di aiuto nel parlare del Regno di Dio all'uomo contemporaneo".

Benedetto XVI.

Anna Lollo

Lettera alle Famiglie - Agosto 2017 - di Sua Ecc. Rev. Mons. Guglielmo Giombanco 

“ECCO L’UOMO! SAN CALOGERO: UOMO NUOVO MODELLATO SU GESÙ!”

Carissimi,
Il tempo estivo che ci apprestiamo a vivere offre l’opportunità di celebrare, con sentimenti di vera fede e di intensa devozione, la festa in onore dei santi Patroni e Protettori delle nostre Comunità cristiane. La liturgia della Chiesa ci invita a pregare con queste parole: “Nei santi risplende la gloria di Dio” alle quali fa eco l’espressione di S. Ireneo da Lione: “La gloria di Dio è l’uomo vivente”. La santità è la meta di un cammino umano e cristiano attraverso il quale l’uomo rende gloria a Dio con la vita. Tale itinerario trova la sua origine in Cristo l’uomo nuovo, modello di ogni vocazione cristiana e di pienezza di umanità.

Il cristiano percorre il cammino della santità se fa risplendere con la vita la presenza di Cristo. Compito di ogni battezzato è quello di testimoniare Cristo, di conseguenza la santità fiorisce quando con la vita annunciamo Gesù Cristo agli altri. Non si può parlare di Cristo agli altri solamente  perché altri c’è ne hanno parlato, oppure per tradizione o perché lo abbiamo appreso sui libri, ma si può parlare di Cristo agli altri perché lo abbiamo conosciuto  e incontrato nella nostra vita.

«Chi fa entrare Cristo, non perde nulla, nulla  -assolutamente nulla -  di ciò che rende la vita libera, bella e grande. No! Solo in questa amicizia si spalancano le porte della vita. Solo in questa amicizia si dischiudono realmente le grandi potenzialità della condizione umana.

Solo in questa amicizia noi sperimentiamo ciò che è bello e ciò che libera… Egli non toglie nulla, dona tutto» (Benedetto XVI, Discorso di inizio del ministero petrino, 24.04.2005).
La santità è capire veramente cosa è il dono della vita perché essa è il frutto dell’amore di Dio. Ed è proprio l’amore di Dio la forza che genera nel cuore del credente il desiderio della santità.
    «La santità è destinazione universale: tutti vi siamo chiamati (LG,42). E’ meta obbligatoria: “Questa è la volontà di Dio: la nostra santificazione” (1Tess 4,3). Non essere santi sarebbe il vero fallimento, sarebbe l’unica e grande tristezza al mondo (Leon Bloy), l’insuccesso che più dovremmo paventare. Il desiderio della santità ci fa mirare all’essenziale, ci dona il gusto del lavoro serio ed assiduo, ci fa crescere e custodire l’intimità con il Signore e la fedeltà all’uomo del nostro tempo, ci rende apostoli infaticabili. In una parola ci dona le ali. La santità promuove nella società terrena un tenore più umano e rinnova il volto della terra. “il cristiano di domani –osservava Rahner- o sarà un mistico, cioè uno che ha esperienza di Dio o non sarà”.
    Auguro a tutti voi di trascorrere serenamente e con gioia le celebrazioni in onore dei santi Patroni e guardando al loro esempio possiate vivere con coerenza la vita cristiana perche anche nella nostra Chiesa vi sia una fioritura di santità.
     Auguro a tutti buona estate e vi saluto con affetto.

Patti, 13 giugno 2017.
                                                                                 
+ Guglielmo, Vescovo
                   

Atto di affidamento alla Madonna delle Grazie

Ti affidiamo,
o Madre della Grazia e Tempio del Signore,
questo anno particolare in cui
la comunità fitalese ricorda
il compleanno della Chiesa del SS. Salvatore.
Chiedi per noi il dono dello Spirito Santo,
per essere, in Gesù,
come Te, Chiesa viva,
dimora di Dio in mezzo agli uomini.
Accompagnaci con il tuo amore materno,
benedici le nostre famiglie,
custodisci i nostri bambini,
brilla, come  stella del mattino, per i nostri giovani,
consola   quelli che soffrono,
sii conforto e aurora  del giorno senza tramonto
per i nostri anziani,
porto sicuro per chi è  nella tempesta del mele
ed ha perso la speranza di una vita nuova.
Conferma  nella fede e nella pace
tutti i fitalesi
sparsi nel mondo.
Donaci di sperimentare che
il Signore è sempre con noi
e che  lo “stare insieme”
è più bello della divisione..
Aiutaci ad essere,
come Te e come i Santi,
una fiaccola
di fede, di speranza  e di carità,
che illumina il buio esistenziale  dell’ uomo di oggi.
O Madre,
rimani  con noi, cammina con noi, prega per noi. Amen

San Salvatore di Fitalia 2 luglio 2015 

Don Placido D’Omina

© 2015 - Santuario San Calogero
San Salvatore di Fitalia (ME)
direzione@santuariosancalogero.org.
Telefono/Fax 0941 486014

Coordinate Bancarie
Codice IBAN IT47 K076 0116 5000 0005 2662 681
Codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX
CIN  K   -  ABI   07601     CAB   16500 
N° CONTO 000052662681

Verifica su noicattolici.it
vota questo sito su noicattolici.it
Totus Tuus
Powered by Genesit